Format Radio - Informazione per il Terzo Settore

"Yes It Is_Informazione per il Terzo Settore"

Programma radio in onda su #FM96.3 - www.inbluradio.live 

Di seguito abbiamo selezionato per voi le 

PUNTATE DI MAGGIORE CONTENUTO FORMATIVO RIGUARDANTI LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE 

  

Puntata 2  

Che cos’è di preciso il Terzo Settore? Lo abbiamo chiesto ad alcuni di voi e all’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio nazionale del Terzo Settore. In questa seconda puntata vi raccontiamo perché si chiama così e chi ne fa parte.

Puntata 3  

Cifre importanti, quelle che raccontano l’ampiezza e la presenza sul territorio italiano del Terzo Settore. Ne abbiamo parlato con Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo Settore, che rappresenta 85 organizzazioni nazionali, più o meno la metà del panorama non profit italiano.

Puntata 5  

In questa quinta puntata entriamo nel vivo di quello che sarà uno dei principali temi di “Il Terzo Settore in tre minuti”, cioè la Riforma diventata legge nel 2016. Ripercorriamo insieme le tappe principali del suo percorso, spieghiamo in quale contesto è nata e a quali esigenze ha cercato di dare una risposta. Il tutto con l’aiuto dell’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore che ha partecipato al tavolo tecnico istituito dal Governo per la riforma.

Puntata 6  

In questo sesto appuntamento con “Il Terzo Settore in tre minuti” abbiamo chiesto all’economista Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna, cosa manca alla riforma per essere operativa.

Puntata 7  

Come ogni rivoluzione, la Riforma del Terzo Settore porta con sé un cambio di linguaggio: sparisce la dicitura “onlus” e arrivano nuove sigle. Per orientarci tra le novità, in questa settima puntata sentiremo l’avvocato Veronica Montani, membro della commissione che ha redatto il Codice del Terzo Settore. Capiremo meglio come si diventa “ETS”, cioè Enti di Terzo Settore e a quali condizioni.

Puntata 8  

Una delle più grandi novità della Riforma del Terzo Settore è l’istituzione di un registro unico nazionale per gli enti di terzo settore. Finora si era tenuto un registro per ogni diversa categoria di enti: c’era quello del volontariato, quello delle cooperative sociali, quello delle fondazioni. E ogni regione aveva regole proprie. Insomma, una situazione un po’ caotica. Cosa cambia con il nuovo codice? Ci aiuta a capirlo l’economista Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna, che in questa puntata è tornato a trovarci.

Puntata 9  

Come ha risposto la Riforma del Terzo Settore al bisogno di maggior controllo e trasparenza che si sentiva in questo mondo? Come il nuovo codice rivede la disciplina fiscale degli enti di Terzo Settore? Ne abbiamo parlato con l’avvocato Alessandro Mazzullo, membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore, tornato a trovarci in questa nona puntata.

Puntata 10  

Quanto può essere importante per un operatore del Terzo Settore conoscere concretamente quale impatto ha la sua attività sull’intera società? Sicuramente molto. È in quest’ottica che la Riforma ha promosso la ‘valutazione di impatto sociale’, che va ad affiancarsi alla già esistente ‘valutazione di outcome’. E che sarà una possibilità, e non un obbligo, per gli enti di terzo settore. Ci aiuta a spiegare questa novità l’economista Stefano Zamagni, tornato a trovarci nella decima puntata.

Puntata 11 

I centri di servizio per il volontariato attivi in Italia nel 2018 sono 65, distribuiti in tutta la penisola. Una rete di oltre 389 sportelli, con più di 800 addetti. Quali sono i compiti e le funzioni di questi strumenti per il volontariato ce lo spiega l’avvocato Veronica Montani, membro della commissione che ha redatto il Codice del terzo Settore, che è tornata a trovarci.

Puntata 12  

In questa dodicesima puntata iniziamo a parlare di enti religiosi civilmente riconosciuti. Ci aiuta il dottor Gianluigi Bertolli, commercialista che fa consulenze proprio a questo tipo di enti. Si tratta di enti che vengono costituiti in base a diritto canonico e che poi possono operare nel mondo civile attraverso il riconoscimento della personalità giuridica. Caratterizzati dalla finalità di religione e di culto, spesso svolgono anche altre attività che rientrano nel concetto di terzo settore, dalla gestione di un ospedale a quella di una scuola.

Puntata 13  

Nella scorsa puntata abbiamo iniziato a parlare degli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti: soggetti che perseguono finalità di religione e di culto e che, in questo contesto, svolgono anche altre attività che tipicamente rientrano nell’ambito del Terzo settore. Con la riforma per loro cambiano alcune cose. Ad esempio, l’ente religioso che non sia qualificabile come ente di Terzo settore o impresa sociale non potrà accedere a tutta una serie di benefici fiscali. Abbiamo chiesto al professor Andrea Perrone, direttore del Centro Studi sugli Enti Ecclesiastici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, quali costi dovranno affrontare gli enti religiosi per rientrare nella disciplina di Terzo settore.

Puntata 14 

Continuiamo anche oggi a parlare di enti religiosi civilmente riconosciuti. Lo facciamo con Mons. Giuseppe Baturi, direttore dell’ufficio nazionale per i problemi giuridici e Segretario del Consiglio per gli Affari Giuridici della Chiesa cattolica. Mons. Baturi racconta come questi enti sono cambiati nel tempo, di quali servizi si occupano oggi e fa un punto sull’impatto che avrà la riforma nei loro confronti.

Puntata 15 

In questa puntata affrontiamo il tema dell’aumento della cosiddetta mini-Ires contenuto nella legge di bilancio approvata lo scorso 30 dicembre. Dopo che tutto il mondo del Terzo Settore si è mobilitato in contrasto alla decisione, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto di evitare “tasse sulla bontà” nel suo discorso di fine anno. Ne parliamo con Gabriele Sepio, avvocato, docente di diritto tributario e membro del Consiglio Nazionale del Terzo Settore.

Puntata 16 

Questa puntata è dedicata alla figura dell’impresa sociale, che esce potenziata dall’impianto della Riforma del Terzo settore. Ma cos’ha di diverso un’impresa sociale rispetto a una “tradizionale”? Ne parliamo con Jonny Dotti, docente alla Cattolica, imprenditore sociale, amministratore delegato di On e presidente di Abitare Generativo.

Puntata 17 

In questa puntata si parla di finanza sociale: un importante metodo alternativo con cui gli enti di Terzo Settore possono reperire risorse per finanziare iniziative e progetti. Ma, forse, soprattutto qualcosa in grado di generare percorsi di partecipazione, inclusione e cittadinanza. Saremo di nuovo in compagnia di Stefano Zamagni, economista e docente di Economia politica a Bologna. Spiegheremo cos’è il ‘social lending’, ossia il prestito sociale e come funziona, ma parleremo anche di come, finalmente, anche nell’ordinamento italiano entra per la prima volta il concetto di finanza sociale.

PUNTATA 20 

Torniamo nella puntata di oggi sul tema degli enti religiosi civilmente riconosciuti. Lo facciamo con il presidente di Anspi, l’avvocato Giuseppe Dessì, ancora una volta nostro ospite. Con lui parleremo del rapporto tra Stato italiano ed enti religiosi e di come questi potranno entrare a far parte del Terzo Settore.

PUNTATA 21 

Dopo aver capito meglio il rapporto tra Stato italiano ed enti religiosi e come questi potranno entrare a far parte del Terzo Settore, in questo nuovo appuntamento tireremo le fila del discorso chiedendo un commento sulla nuova normativa al presidente di Anspi, Giuseppe Dessì. In particolare, ragioneremo sull’obbligatorietà di destinare un preciso patrimonio all’attività di interesse generale che intende svolgere l’ente religioso.

PUNTATA 22 

Gli enti già costituiti che vorranno far parte del Terzo Settore dovranno adeguare i propri statuti alle nuove norme introdotte dalla Riforma. Il ministero del lavoro ha emanato a dicembre una circolare per guidarli in questo percorso. Ne parliamo in questa puntata con Antonio Fici, avvocato esperto in materia di Terzo Settore, professore e consulente del ministero del lavoro per la riforma del Terzo Settore.

PUNTATA 23 

Le operazioni che dovranno affrontare gli Enti di Terzo settore già costituiti per adeguare i propri statuti alla nuova normativa introdotta dalla Riforma costituiranno un costo o un’opportunità? Quali sono le scadenze previste e cosa succede se non si rispettano? Ne parliamo con il professor Antonio Fici, avvocato e consulente del ministero del lavoro per la Riforma del Terzo Settore, ospite di questa 23° puntata.

PUNTATA 24 

Nella puntata di oggi ci occupiamo di 5 per mille. Quel meccanismo che permette di devolvere una quota della propria imposta Irpef a enti benefici, associazioni o ai Comuni. Qualcosa che costa poco o nulla a chi la fa, ma significa tanto per chi la riceve. Le modifiche a questo strumento sono contenute nel decreto attuativo del maggio 2018. Con Stefano Zamagni, economista e docente a Bologna, parliamo delle novità in materia.

PUNTATA 25 

La riforma del Terzo settore ha introdotto uno strumento per sollecitare le donazioni private nel nostro Paese. In Italia doniamo all’anno circa 10 miliardi di euro, cifra che da molto tempo non cresce. Questo nuovo strumento è la Fondazione Italia Sociale. In questa puntata ne parliamo con Gianluca Salvatori,
Segretario Generale della Fondazione.










Last modified: Friday, 10 May 2019, 12:02 PM